Studio Lomonaco

  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • instagram
  • linkedin
Ti trovi in: Home » Gli Enti del Terzo Settore ETS » Obblighi di pubblicità e trasparenza per associazioni fondazioni e onlus per sovvenzioni, contributi ed incarichi ricevuti

Obblighi di pubblicità e trasparenza per associazioni fondazioni e onlus per sovvenzioni, contributi ed incarichi ricevuti

Obblighi pubblicità e trasparenza L. 4 agosto 2017 n 124

La legge 4 agosto 2017 n 124 ( c.d. legge concorrenza) art. 1 commi 125-129 configura obblighi di pubblicità e trasparenza a carico di soggetti che intrattengono rapporti economici con le pubbliche amministrazioni o con altri soggetti pubblici o con società controllate da pubbliche amministrazioni; in particolare sono soggetti all'obbligo associazioni, fondazioni, onlus, associazioni di protezione ambientale a carattere nazionale, associazioni dei consumatori e degli utenti, le imprese.

Tali soggetti sono obbligati a pubblicare, nei propri siti o portali digitali, le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque vantaggi economici superiori ad € 10.000, ricevuti dalla pubbliche amministrazioni entro il 28 febbraio di ogni anno. Le imprese sono tenute a pubblicare tali importi nella nota integrativa del bilancio d'esercizio e nella nota integrativa dell'eventuale bilancio consolidato.

L'inosservanza dell'obbligo comporta la restituzione delle somme ai soggetti eroganti entro tre mesi dalla data dell'obbligo di comunicazione.

Relativamente alla decorrenza dell'obbligo il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali con circolare del 23/2/2018 n. 34/2540, ha precisato che l'obbligo di pubblicità decorre per gli importi percepiti dal 1 gennaio 2018 pertanto la pubblicità e trasparenza per detti importi dovrà avvenire entro il 28 febbraio 2019.

Per quanto concerne gli importi da pubblicare "sovvenzioni, contributi, incarichi retribuiti e comunque a vantaggi economici di qualunque genere ricevuti dalle medesime pubbliche amministrazioni" considerata la genericità della norma si ritiene che tutte le somme ricevute direttamente o indirettamente dalla pubblica amministrazione debbano essere ricomprese nella comunicazione; a titolo esemplificativo le entrate da convenzioni, il 5 per mille, i contributi per l'acquisto di ambulanze, il contributo su acquisti di beni strumentali, i contributi, incassati da enti locali, nazionali, europei.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Powered by Google Partner Euchia.it ©