Studio Lomonaco

  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • instagram
  • linkedin
Ti trovi in: Home » Enti Non Profit » Sostegni agli enti non profit enti ecclesiastici e terzo settore

Sostegni agli enti non profit enti ecclesiastici e terzo settore

Il decreto legge 22 marzo 2021 n. 41 c.d. "decreto sostegni" prevede un contributo a fondo perduto per gli enti non commerciali, compresi gli terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, in relazione allo svolgimento di attività commerciale.

Possono accedere al beneficio gli enti, con ricavi fino a 10 mln di euro, che hanno subito un calo del fatturato riferito alla sola attività commerciale ed in particolare abbiano subito perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30%, calcolato sull'ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell'anno 2019 con riferimento alla data di cessione dei beni o della prestazione di servizi.

Il decreto individua cinque fasce di ristoro basate su ricavi e compensi del 2019, stabilendo che il contributo a fondo perduto sarà pari al:
•60% della perdita media mensile per ricavi e compensi inferiori a 100.000 euro
•50% per ricavi e compensi fra 100.000 e 400.000 euro
•40% per ricavi e compensi fra 400.000 e 1 milione di euro
•30% per ricavi e compensi fra 1 e 5 milioni di euro
•20% per ricavi e compensi fra 5 e 10 milioni di euro.

È previsto importo minimo di 1.000 euro per le persone fisiche e di 2.000 euro per gli altri soggetti con un massimo di 150.000 euro.

I soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti di riduzione del fatturato e dei corrispettivi.
Per richiedere il contributo, i soggetti interessati devono presentare un'istanza presso l'Agenzia delle Entrate entro 60 giorni dal 30 marzo 2021.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Powered by Google Partner Euchia.it ©