Studio Lomonaco

  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • instagram
  • linkedin
Ti trovi in: Home » Servizi » Area Legale » Diritto di famiglia

Diritto di famiglia

assistenza problematiche relative al matrimonio

Lo Studio presta attività di consulenza e assistenza in ogni procedura di diritto di famiglia, anche relativamente alle procedure di delibazione delle sentenze ecclesiastiche di nullità matrimoniale.

Il matrimonio per la Chiesa cattolica è un vincolo indissolubile ma possono esservi circostanze che lo rendono nullo e invalido: gli impedimenti dirimenti ed i vizi del consenso.

Gli impedimenti dirimenti
Sono leggi inabilitanti, ossia fatti e circostanze che rendono inabile il soggetto a contrarre un valido vincolo matrimoniale. Possono essere di diritto divino - fondati sulla legge divina - o di diritto ecclesiastico - stabiliti dalla Chiesa per i propri fedeli.

La distinzione rileva per l'eventuale dispensa: si può infatti essere dispensati solo dagli impedimenti di diritto ecclesiastico e non da quelli di diritto divino.

Gli impedimenti sono:

  • Età: non possono contrarre validamente matrimonio l'uomo minore di sedici anni e la donna minore di quattordici anni. E' di diritto ecclesiastico; dispensabile.
  • Impotenza: l'impotenza, -impotentia coeundi-, sia da parte dell'uomo che della donna, antecedente al matrimonio e perpetua, assoluta o relativa, rende nullo il matrimonio. Se è dubbia il matrimonio non deve essere impedito né dichiarato nullo. La sterilità -impotentia generandi- non dirime il matrimonio, salvo in caso di dolo. E' di diritto divino; non dispensabile.
  • Precedente vincolo: non può contrarre validamente matrimonio chi è legato da valido vincolo matrimoniale precedente. E' di diritto naturale; non dispensabile.
  • Disparità di culto: è invalido il matrimonio tra persona battezzata nella Chiesa cattolica e persona non battezzata. E' di diritto ecclesiastico; dispensabile a determinate condizioni -can. 1125-1126-.
  • Ordine sacro: attentano invalidamente il matrimonio coloro costituiti negli ordini sacri. Dispensabile ma riservato al Romano Pontefice.
  • Voto pubblico perpetuo di castità: coloro che sono vincolati da voto pubblico, perpetuo di castità emesso in istituto religioso attentano invalidamente il matrimonio. Dispensabile: riservato a Santa Sede se l'istituto è di diritto pontificio.
  • Ratto: E' invalido il matrimonio tra la donna rapita al fine di contrarre il vincolo e l'uomo suo rapitore. L'impedimento cessa allorché la donna, tornata libera, decida spontaneamente di unirsi in matrimonio col rapitore. E' di diritto ecclesiastico; dispensabile.
  • Crimine, coniugicidio: attenta invalidamente il matrimonio chi, allo scopo di contrarre matrimonio con una persona determinata, provoca la morte del coniuge della medesima o del proprio coniuge. Non è sufficiente il tentativo, il delitto deve essere consumato. Contraggono invalidamente anche coloro che commettono coniugicidio cooperandovi insieme.
  • Consanguineità: Nella linea retta della consanguineità è nullo il matrimonio tra tutti gli ascendenti e discendenti, sia legittimi che naturali. In linea collaterale nullo fino al quarto grado. Mai dispensabile in linea retta e secondo grado della linea collaterale.
  • Affinità: il presupposto è un matrimonio valido. Dirime in qualsiasi grado della linea retta.
  • Pubblica onestà: deriva da un matrimoni invalido cui sia seguita convivenza o da un concubinato pubblico o notorio. Dirime in primo grado della linea retta tra l'uomo e le consanguinee della donna e viceversa.
  • Parentela legale: non possono contrarre valido matrimonio coloro che sono legati da parentela sorta da adozione. Invalida nella linea retta e nel secondo grado della collaterale. Dispensabile.
  • I vizi del consenso Il consenso è l'elemento costitutivo del matrimonio: affinché il matrimonio sia valido il consenso deve essere prestato liberamente e legittimamente tra persone giuridicamente capaci. In alcuni casi il consenso può essere viziato e quindi rendere invalido il matrimonio.
  • Incapacità: sono incapaci a contrarre matrimonio coloro che sono privi del sufficiente uso di ragione; coloro che hanno grave difetto di discrezione di giudizio sui diritti ed obblighi essenziali del matrimonio e coloro che per cause psichiche non sono in grado di assumere gli obblighi essenziali del matrimonio.
  • Ignoranza: perché si abbia valido consenso i contraenti devono avere almeno minima conoscenza del matrimonio; non devono ignorare che è un consorzio permanente, eterosessuale e ordinato alla procreazione mediante una qualche cooperazione sessuale.
  • Errore di fatto: l'errore sulla persona rende invalido il matrimonio; l'errore su una qualità della persona, direttamente e principalmente intesa ossia come condicio sine qua non, invalida il matrimonio.
  • Errore di diritto: errore su indissolubilità, unità o sacramentalità del matrimonio invalida il matrimonio se determina la volontà.
  • Dolo: contrae invalidamente colui che è raggirato ed ingannato allo scopo di carpire il consenso matrimoniale. L'inganno deve essere su una qualità dell'altra parte che per sua natura può turbare il consorzio di vita coniugale.
  • Simulazione: è invalido il matrimonio di colui o coloro che, con positivo atto di volontà, escludono il matrimonio stesso o un suo elemento essenziale o proprietà. Può escludersi la dignità sacramentale, ossia il sacramento diventa nullo quando la persona in modo esplicito e formale rifiuta ciò che la Chiesa intende compiere quando celebra il matrimonio dei battezzati; l'unità ; l'indissolubilità; il bonum prolis; il bonum fidei e il bonum coniugum.
  • Condizione: è invalido il matrimonio contratto sub condicione de futuro. La condizione de praeterito e de praesenti invalida o meno il matrimonio a seconda che esista il presupposto della condizione.
  • Timore: è invalido il matrimonio contratto sotto effetto di violenza o grave timore -vis vel metus- incusso dall'esterno, per liberarsi dal quale la persona è costretta a scegliere il matrimonio. Tra il timore ed il matrimonio deve esservi rapporto di causalità.
Chiedi informazioni Stampa la pagina

Powered by Google Partner Euchia.it ©