Studio Lomonaco

  • facebook
  • youtube
  • twitter
  • instagram
Ti trovi in: Home » Tributario » IRPEF
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

IRPEF

imposta sui redditi delle persone fisiche

L'imposta sui redditi delle persone fisiche -IRPEF - è un'imposta diretta cui sono tenute tutte le persone fisiche.

Sono tenute a versare l'IRPEF tutte le persone fisiche residenti o meno nel territorio italiano, con la differenza che per i primi l'imposizione riguarda i redditi indipendentemente se prodotti in Italia o all'estero, invece per i secondi riguarda solo i redditi prodotti in Italia.

L'IRPEF è un'imposta personale -in quanto oltre ai redditi tiene conto anche di situazioni personali e familiari del contribuente- e progressiva -in quanto la quota versata a titolo di imposta aumenta proporzionalmente all'aumento del reddito-.

Il reddito di ogni contribuente è formato da redditi di varia derivazione, quali redditi di impresa, fondiari, da lavoro dipendente, da lavoro autonomo, di capitale e da redditi diversi.

La suddivisione in siffatte categorie è rilevante per la determinazione del complessivo reddito tassabile ai fini IRPEF, che è costituito dalla somma algebrica dei redditi derivanti dalle varie categorie.
Il reddito affinché sia tassabile, oltre a rientrare nelle predette categorie, deve essere posseduto dal contribuente.

Non rientrano nel reddito tassabile i cd. redditi esenti, i redditi soggetti ad imposta sostituiva, gli assegni periodici di mantenimento, gli assegni di maternità, gli assegni familiari, le somme corrisposte a titolo di borsa di studio.

Ai fini IRPEF la determinazione della base imponibile, ossia quella su cui deve essere calcolata l'imposta, tiene anche conto di particolari spese, gli oneri deducibili, ossia spese per lo più a carattere personale o familiare che possono essere sottratte dall'ammontare del reddito complessivo.
Perché l'onere sia deducibile è necessario che rientri tra quelli tassativamente stabiliti dalla legge; che il contribuente abbia effettivamente sostenuto la spesa nell'anno di imposizione e che questa sia rimasta a suo carico; che la spesa risulti da idonea documentazione riportante la data del pagamento.

Calcolo dell'imposta
Per calcolare l' IRPEF bisogna, dopo aver applicato le aliquote al reddito imponibile, sottrarre dall'imposta lorda così ottenuta le detrazioni previste dalla legge, addivenendo così alla cd. imposta netta.

Sottraendo dall'imposta netta i crediti di imposta, le eventuali ritenute e gli eventuali acconti, si avrà l'importo dell'imposta dovuta.


Dichiarazione
Attraverso la dichiarazione dei redditi il contribuente, ossia il soggetto titolare di reddito imponibile, porta a conoscenza dell'Amministrazione finanziaria i propri redditi annui ed assolve alla liquidazione delle imposte.

La dichiarazione può effettuarsi secondo due diversi modelli, il modello Unico ed il 730, a seconda che il soggetto sia obbligato o meno alla tenuta delle scritture contabili.
- Modello Unico: è utilizzato dai soggetti obbligati alla tenuta delle scritture contabili e dagli altri soggetti che non possono/vogliono utilizzare il 730.
Riguarda tutti i redditi del contribuente
- Modello 730: è utilizzato dai lavoratori dipendenti, dai pensionati e dai soggetti assimilati.

La dichiarazione deve essere presentata all'Agenzia delle Entrate secondo termini e modalità specificamente previsti.

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Powered by Google Partner Euchia.it ©