Lomonaco & Partner

Studio Tributario Legale Commerciale

Le Principali Sanzioni Amministrative

Feb 16, 2010

MATERIA VIOLAZIONE SANZIONE
Tutti i tributi eccetto quelli iscritti a ruolo Omesso versamento delle imposte (saldo o acconto – periodici) 30% dell’imposta dovuta
Tutti i tributi Omessa dichiarazione dal 120% al 240% dell’imposta dovuta con un minimo di 258 euro da 258 euro a 1.032 euro, se non sono dovute imposte.
La sanzione è raddoppiabile per i soggetti tenuti alle scritture contabili
Dichiarazione infedele da 258 euro a 2.065 euro
Iva Omessa fatturazione e registrazione operazioni imponibili dal 100% al 200% dell’imposta relativa al corrispettivo non fatturato o all’imponibile non registrato (con un minimo di 516 euro)
Omessa fatturazione e registrazione operazioni non imponibili o esenti dal 5% al 10% del corrispettivo non fatturato o non registrato (con un minimo di 516 euro)
Omessa, o infedele Comunicazione annuale dati IVA da 258 euro a 2.065 euro
Mancata emissione o emissione per importi inferiori delle ricevute fiscali, scontrini fiscali o documenti di trasporto 100% dell’imposta corrispondente all’importo non documentato e, comunque,non inferiore a 516 euro
Omessa o infedele Dichiarazione d’intento dal 100% al 200% dell’imposta
(se il contribuente, successivamente alla violazione, ha effettuato operazioni in sospensione d’imposta)
da 258 euro a 2.065 euro
(se il contribuente, successivamente alla violazione,
non ha effettuato operazioni in sospensione d’imposta)
Imposte sui redditi e IVA Omessa tenuta o conservazione della contabilità da 1.032 euro a 7.746 euro
Le sanzioni sono raddoppiate se dalle irregolarità emergono evasioni dei tributi diretti e dell’Iva complessivamente superiori, nell’esercizio, a 51.645,69 euro
Imposta di registro Omissione della richiesta di registrazione dal 120% al 240% dell’imposta dovuta
Insufficiente dichiarazione di valore dal 100% al 200% della maggiore imposta
Occultazione di corrispettivo dal 200% al 400% della differenza d’imposta (detratta l’eventuale sanzione per insufficiente dichiarazione di valore)
Imposte ipotecarie e catastali Omessa richiesta di trascrizione o di annotazioni obbligatorie dal 100% al 200% dell’imposta se soggetta a imposta fissa, sanzione da 103 a 2.065 euro
Imposta di bollo Omesso o insufficiente pagamento dal 100% al 500% dell’imposta o della maggiore imposta
Obblighi dei sostituti d’imposta Omessa presentazione della dichiarazione dal 120% al 240% delle ritenute non versate con un minimo di 258 euro, oltre a 51 euro per ogni percipiente non indicato (se le somme dovute e non dichiarate sono state integralmente versate, la sanzione è da 258 a 2.065 euro oltre 51 euro per ogni percipiente non indicato)
Dichiarazione infedele dal 100% al 200% delle ritenute non versate riferibili alla differenza con un minimo di 258 euro, se i compensi, interessi e altre somme dichiarate sono inferiori a quelli accertati, oltre a 51 euro per ogni percipiente non indicato
Compensazioni nel modello F24 di crediti inesistenti

(per le violazioni commesse dal 29.11.2008)

Indebito utilizzo in compensazione dal 100% al 200% del credito inesistente;
il 200% (*) del credito inesistente se gli importi compensati superano 50.000 euro per anno solare;
la sanzione si applica a tutti i crediti per imposte e contributi che possono essere utilizzati in compensazione per eseguire i versamenti; la sanzione non si applica per i crediti esistenti ma utilizzati in compensazione in misura eccedente l’importo di 516.456,90 euro; per tale violazione continua ad applicarsi la sanzione relativa all’omesso versamento. Il termine di scadenza per l’accertamento della violazione è per questa ipotesi elevato al 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di utilizzo del credito
(*) la sanzione è applicabile dall’11 febbraio 2009
Share This